Valutazioni tecniche
Stima del danno auto
Seminari
Tecniche riparative - Gestione del sinistro - Assistenza aziendale
Blog
Notizie, curiosità, informazioni
Adesivi e sigillanti
Seminario sul corretto utilizzo di adesivi e sigillanti
I nuovi materiali nella costruzione degli autoveicoli
Acciai alto resistenziali e Leghe di alluminio
La gestione del sinistro
Gestire il sinistro in carrozzeria
Furto - Incendio - Kasko
Interpretare correttamente le garanzie CVT nella liquidazione del danno
 
 
 

Alle affermazioni del presidente dell’ANIA Aldo Minucci nell’intervista rilasciata al mensile Specchio Economico del 1 novembre 2014, hanno fatto seguito le risposte delle associazioni dei carrozzieri: Confartigianato e CNA.    [continua]
Attaccare i carrozzieri, perlopiù quelli indipendenti, di essere evasori, pataccari e collusi nel creare danni fasulli ai danni delle assicurazioni, è affermazione infelice, azzardata e non corrispondente al vero, almeno nella generalità dei casi.
Che la categoria dei carrozzieri non venga ritenuta trasparente e regolare nei rapporti con il fisco è credenza popolare, ma non lo è tanto di più di altre categorie d'imprenditori, commercianti, professionisti che operano sul territorio nazionale.
Parlando di frodi il Presidente dell’ANIA, ha evidenziato come esista tutto un sistema che è necessario contrastare con tutti gli strumenti a disposizione: “Il sistema delle frodi interessa la criminalità organizzata attraverso falsi incidenti, false lesioni, testimoni compiacenti, cessioni del diritto al risarcimento ad avvocati e a studi di infortunistica”.Come possiamo rilevare per la cessione del credito, nessun accenno è stato fatto per gli autoriparatori che, invece, sono coinvolti quando si parla di carrozzerie convenzionate: “Un altro fattore anti-frodi è il ricorso alle carrozzerie convenzionate per la riparazione dei danni, che andrebbe accentuato per evitare l'intervento dì carrozzieri compiacenti che riparano sia i danni subiti sia quelli causati dagli stessi proprietari dell'auto”.
A questa micro illegalità, il presidente dell’ANIA associa anche una macro illegalità: “ossia il legame tra criminalità organizzata e carrozzerie per simulare sinistri e danni inesistenti…” che, secondo Minucci, potrebbe essere ridotto attraverso :”… il ricorso alle carrozzerie convenzionate riduce notevolmente questo fenomeno”.
Come al solito si tende a fare di tutta l'erba un fascio, invece di distinguere gli steli cattivi, ... semprechè si abbiano elementi concreti per poterlo fare.

Autoinforma

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna