https://cryptonextlevel.com/miser/5009 Ogni tanto salta fuori la notizia di autovetture alimentate con i più svatiati sistemi alternativi ai tradizionali carburanti di origine fossile. Ora è il momento delle vetture elettriche o ibride per la quali vengono sperimentati sistemi di immagazzinamento dell’energia elettrica per permettere una velocità e autonomia accettabili.

rencontres vaud

http://www.selectservices.co.uk/?propeler=blog-su-opzioni-binarie&68a=da blog su opzioni binarie La notizia che appare alquanto allettante è quella della società Israeliana Phinergy che ha progettato e realizzato un prototipo, convertendo una Citroen C1 ad elettrico, con un’autonomia di circa 1000 chilometri grazie a una combinazione di batterie al litio e un “range extender”, montato nel bagagliaio e composto da watch batterie ad alluminio-aria [...]

bi dating sites nz

follow site Le  batterie alluminio-aria funzionano attraverso la combinazione di source site alluminio metallico puro con molecole d’acqua e ossigeno per ottenere ossidi idrati d’alluminio con liberazione di energia elettrica. La batteria per funzionare ha bisogno di acqua e di “ http://www.airlinetest.com/?milyokrt=internet-kennenlernen-tipps&524=0d respirare” ossigeno dall’ambiente esterno; Phinergy ha risolto il problema dell’effetto dannoso che l’anidride carbonica, naturalmente presente nell’aria, ha sugli elettrodi attraverso un apposito sistema che impedisce l’ingresso nella batteria. Se tuti i test continuano a dare esit0 positivo, la produzione è prevista per il 2017.

german dating free sites Fonte: Green Car Reports

Autoinforma