Chi non impara non cresce e chi già sa, si aggiorni!

Oscurati oltre 220 siti di false polizze assicurative

Tempo di lettura 2 minuti

Molti sono caduti nella trappola delle false assicurazioni.  74 intermediari abusivi sono sotto osservazione della G.d.F., di cui 5 sono indagati. Qualcuno se ne accorrto solo in occasione di un sinistro, ma probabilmente molti continuano a circolare ignari della non validità della propria assicurazione.

Ci sono dei veri e propri truffatori seriali che hanno preso di mira le compagnie assicurative automobilistiche copiandone l’identità. Il procuratore di Milano Francesco Greco il procuratore aggiunto Eugenio Fusco stanno seguendo l’indagine con il sostituto Christian Barilli e hanno scoperto qual è il modo di agire tipico di questi siti fake. Vengono riprodotti i loghi delle compagnie assicurative creando dei nomi di fantasia molto simili a quelli reali, arrivando a inserire anche un numero falso e inventato di Registro Unico degli Intermediari Assicurativi. .

Il fenomeno, oggetto di una denuncia dell’Ivass, l’Istituto di vigilanza sulle assicurazioni, ha portato all’oscuramento di 222 siti da parte del Quarto Dipartimento (anti frodi) della Procura di Milano dopo un’indagine svolta dal Nucleo Speciale Tutela Privacy e Frodi Tecnologiche della Guardia di Finanza.