"Chi non impara non cresce e chi già sa, si aggiorni!"

Stop alla fabbricazione delle auto

Tempo di lettura 2 minuti

ASCOLTAMI
La carenza delle materie prime e soprattutto della fornitura di microcips, ha messo in crisi il settore dell’automotive.
Se pensiamo che l’elettronica nell’auto pesa per circa il 40%, ci rendiamo conto di quale impatto abbia per il comparto la mancanza di microcips. Significa, allo stato attuale, una diminuzione della produzione di veicoli dichiarata di toyota del 40%, che avrà riflessi anche per il gruppo Stellantis e Wolkswagen.

Continua a leggere

Mercedes, dal 2025 solo elettrico

Tempo di lettura 3 minuti
ASCOLTAMI
Continua a leggere

Fabbriche di veicoli in Europa

Tempo di lettura < 1 minuto

ASCOLTAMI

Il rapporto dell’Associazione Costruttori Europei Automobili (ACEA) evidenzia quella che è la situazione attuale dell’Unione dei 27 stati membri per quanto riguarda gli impianti idustriali dedicati alla filiera di costruzione degli autoveicoli. Sono Continua a leggere

Materie prime, anche la gomma soffre

Tempo di lettura 2 minuti

ASCOLTAMI

La mancanza di materie prime e il loro aumento di costo, hanno messo in difficoltà tutto il settore dell’automotive. Quello che ne ha sofferto di meno in termini di volumi di vendita è stato il comparto degli pneumatici, anche grazie ai cambi stagionali, obbligatori per legge.
Gli aumenti che comunque ci sono stati nella precedente stagione sono stati in parte assorbiti dai rivenditori, ma per il prossimo cambio stagionale è prevedibile che i costi vengano trasferiti ai clienti, tenuto conto deghi aumenti delle materie prime dell’energia, e della logistica.

Continua a leggere

Benzina e diesel, addio!

Tempo di lettura 2 minuti

ASCOLTAMI

Tutti lanciati verso la mobilità elettrica, anche se allo stato attuale l’impatto verso i consumatori non è dei più favorevoli. Almeno per quanto riguarda alcuni Paesi e zone geografiche che presentano ancora troppe difficoltà per le ricariche e l’autonomia. Poco importa, il processo iniziato non si ferma è su questa linea anche il ministro delle Infrastrutture e trasporti della mobilità Enrico Giannini, che in un’intervista a ‘la Repubblica’ ha dichiarato l’addio alle auto a benzina e diesel entro il 2040. “Nel governo stiamo ancora ragionando. Ci sono Paesi, come quelli del nord Europa, che hanno fissato il limite al 2030. Altri al 2040. A luglio arriverà l’indicazione della Commissione Europea.

Continua a leggere

L’evoluzione del colore nelle auto

Tempo di lettura 3 minuti

ASCOLTAMI

I colori ad effetto sono il segmento in più rapida crescita del mercato dei pigmenti ad alte prestazioni per autoveicoli di nuova costruzione nelle Americhe e in Europa. La tecnica per ottenere l’effetto voluto non è semplice, per ottenere l’effetto desiderato la maggior parte delle scaglie di pigmento deve essere orientata in modo specifico all’interno del rivestimento. La loro dimensione influisce anche sul modo in cui interagiscono con la luce; quelle più grandi forniscono più brillantezza e iridescenza, ma le dimensioni sono limitate volutamente per evitare impatti sulla lucentezza e altre proprietà estetiche.

Continua a leggere

Euro 7 in arrivo, ma nel 2025

Tempo di lettura 2 minuti

A causa delle pressioni ricevute da alcuni governi, preoccupati per il settore auto, che già sta vivendo un momento difficile a causa della pandemia da Coronavirus, la corsa al tutto elettrico viene rallentata dalle decisione dell’Unione Europea che ha incaricato un gruppo di lavoro  per definire le nuove proposte per lo standard Euro 7. Sembra pertanto rimandato, per il momento, l’addio anticipato ai motori endotermici. La tolleranza delle emissioni per gli ossidi di azoto è stata infatti aumentata da 10 a 30 milligrammi per chilometro accorgliendo le richieste dei maggiori stati membri per una rivisitazione più abbordabile delle emissioni.

Continua a leggere

I primi 50 anni della Fiat 127

Tempo di lettura 2 minuti

La Fiat 127 viene presentata al pubblico mezzo secolo fa, esattamente nell’aprile del 1971, ottenendo un immediato successo di critica e commerciale, tanto da conquistare l’anno seguente il prestigioso titolo di ‘Car of The Year’. La prima serie della 127 ha inizialmente 2 sole porte, l’esigenza di un portellone di carico, altra novità per l’epoca, fa aggiungere all’offerta la 127 3 porte e una versione Special, meglio rifinita con cromature, poggiatesta anteriori, mascherina squadrata e luce di retromarcia.

Continua a leggere

Accordo AUDI e Confindustria

Tempo di lettura 2 minuti

Rinnovata la pluriannale parnership tra Audi Italia e Confindustria Servizi che prevede la creazione di servizi e soluzioni commerciali in esclusiva che vanno incontro alle specifiche esigenze di gestione della mobilità d’impresa, comprendendo anche l’area del Service. Con questo accordo tutti i consociati avranno a disposizione un numero verde e una e-mail dedicata per rispondere alle esigenze commerciali e di mobilità.

Continua a leggere

Battista, l’auto elettrica più potente

Tempo di lettura 2 minuti

La Battista di Pininfarina, sarà la vettura più potente mai disegnata e costruita in Italia e offrirà un livello di prestazioni oggi irraggiungibile in qualsiasi vettura sportiva, omologata per la circolazione stradale e dotata di motore a combustione interna. Più veloce di un’attuale vettura di Formula 1, da 0 a 100 km/h in meno di due secondi, e in grado di sprigionare una potenza di 1900 CV e una coppia di 2300 Nm, la Battista combina ingegneria e tecnologia estreme a emissioni zero. La batteria da 120 kWh della Battista alimenta quattro motori elettrici, uno per ogni ruota, con un’autonomia WLTP simulata di oltre 500 km con un’unica ricarica.

Continua a leggere