"Chi non impara non cresce e chi già sa, si aggiorni!"

Incentivi auto 2021

Tempo di lettura 2 minuti

L’obiettivo del Governo è quello di svecchiare il parco auto circolante che è il più vecchio d’Europa e di dare nuovo impulso alla mobilità ecocompatibile (elettrica).
La stagnazione degli acquisti di auto riguarda particolarmente le famiglie a basso reddito che non possono permettersi la sostituzione del vecchio veicolo con uno nuovo. Il 2021 vedrà mantenuta, anzi fortificata l’agevolazione pari al 40% per l’acquisto di auto elettriche con prezzo di listino fino a 30mila euro, destinata a nuclei familiari con ISEE fino a 30mila euro.

Continua a leggere

Nuova BER (decreto Monti) vale fino al 2023

Tempo di lettura 2 minuti

La Nuova BER (Block Exemption Rule) Regolamento (UE) n. 461/2010, con lo scopo di disciplinare la distribuzione, la riparazione e la manutenzione degli autoveicoli, così come la fornitura di pezzi di ricambio, nel tentativo di stimolare e favorire il principio della libera concorrenza nel settore, è stata recentemente prorogata  fino al 31 maggio 2023. E’ quindi possibile continuare a usufruire della garanzia del proprio veicolo per i tagliandi e le riparazioni ordinarie presso autoriparatori indipendenti e non solo dal concessionario ufficiale della casa produttrice.

Continua a leggere

Multe in arrivo dai netturbini

Tempo di lettura 6 minuti

Il titolo non è una battuta. Le modifiche richieste nel Decreto Semplificazioni per il nuovo codice della strada prevedono che anche gli operatori ecologici (netturbini) possano elevare contravvenzioni e far rimuovere il veicolo nell’ambito di intralcio del proprio lavoro. In pratica per chi parcheggia davanti o vicino a un cassonetto, oppure in area dove è prevista la pulizia della strada, può ricevere la multa dall’addetto alla pulizia. La proposta dimostra ancora una volta, qualora ce ne fosse bisogno, il livello di cultura giuridica e funzionale di chi ha suggerito tale modifica al codice della strada, magari facendola passare come semplificazione, dimenticando che dare la qualifica di “pubblico ufficiale”, quale è quella di ausiliario della sosta nell’esercizio delle proprie funzioni è figura specificatamente preparata, che ha frequentato corsi di preparazione e aggiornamento e pertanto competente, soggetta a regole ben precise (anche morali) per la compilazione dell’avviso di contestazione (ora pare anche del verbale d’infrazione). Niente contro i netturbini, ma la loro attività e ben definita e impegnativa senza appesantirla di incombenze e responsabilità burocratiche. 

Continua a leggere

Emergenza coronavirus: proroga, si, forse, ma….

Tempo di lettura 3 minuti

L’ultimo DPCM proroga la “emergenza di sanità pubblica di rilevanza internazionale” da Coronavirus, da parte della Organizzazione mondiale della sanità (OMS), fino al 15 ottobre, mantenendo le regole di prevenzione precedenti. Nel nostro Paese lo stato di emergenza è stato dichiarato dal Consiglio dei Ministri, per la durata di 6 mesi, con delibera del 31 gennaio 2020. In vista della scadenza del 31 luglio, nei giorni scorsi il Governo ha ritenuto opportuno coinvolgere il Parlamento nella discussione sulla necessità di disporre una proroga, facendo votare al Senato e alla Camera,  una risoluzione che impegna il Governo a definire come termine ultimo per lo stato di emergenza nazionale il 15 ottobre.

Continua a leggere