Chi non impara non cresce e chi già sa, si aggiorni!
4 Chiacchiere con i rivenditori di vernici

4 Chiacchiere con i rivenditori di vernici

Tempo di lettura 2 minuti

Che cosa è successo in questi mesi, che cosa sta accadendo e che cosa accadrà nelle prossime settimane nel settore della riparazione in carrozzeria? Iniziamo questa nuova rubrica;“4 PAROLE con i PROTAGONISTI”, organizzata dalla rivista ioCarrozziere con l’obiettivo di informare, attraverso il racconto dai diretti interessati sulle problematiche, le necessità e la voglia di fare. In questo primo incontro (virtuale) ascoltiamo la voce di alcuni colorifici sparsi sul territorio nazionale.

Continua a leggere

Coronavirus, alcune Regioni anticipano la fase 2

Tempo di lettura 4 minuti

Acceso dibattito si consensi e dissensi sulla Fase 2 a seconda delle categorie e delle aperture delle attività che per molti dovrebbero essere differenziate per regioni o località che sono meno a rischio contagio Coronavirus. In effetti alle regole generali del DPCM della Fase 2 emanate dal Governo i governatori di varie regioni hanno emanato ordinanze in deroga. Il nuovo documento allenta alcune misure di restrizione di contrasto al nuovo Coronavirus ma, anche se la data di inizio è fissata al 4 maggio, ci sono delle Regioni che hanno deciso di anticipare alcune riaperture, già da questa settimana. Una prima grande novità riguarda il cibo da asporto, il cosiddetto “take away”, che sarà consentito in Liguria, Abruzzo, Marche, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna, Toscana, Veneto e Alto Adige già dal 27 aprile.

Continua a leggere

Carrozzerie, riaprire non vuol dire lavorare

Tempo di lettura 2 minuti

Il fatto che si possa riaprire presto l’attività è certamente positivo, ma questo non vuol dire che il lavoro riprende da dove lo si era lasciato. Almeno per il carrozziere questo inizio operativo è di fatto procrastinato a dopo che la circolazione stradale sarà sufficientemente liberalizzata, e con essa i probabili incidenti stradali, sui quali si svolge prevalentemente l’attività di carrozzeria. Incidenti pregressi pochi o relativi ad attività esaurita, incidenti nuovi quasi nulli.

Continua a leggere

Si riaccende il mercato dell’auto

Tempo di lettura 3 minuti

Il titolo non inganni, la ripresa del dopo Coronavirus del mercato dell’auto da più parti sbandierato come il ritorno all’acquisto dei clienti privati, potrebbe non avverarsi come molti si aspettano. Fioccano comunicati che sostengono una prossima fiammata di acquisti dopo il calo drammatico che ha sfiorato il – 85% del periodo di massima segregazione. Ce lo auguriamo tutti, poiché questo è un forte indicatore di ripresa economica, ma sarà proprio cosi?

Continua a leggere

Il Corona virus, un’opportunità per molti

Tempo di lettura 4 minuti

Come per tutte le vicende negative che colpiscono il genere umano: guerre. pestilenze, terremoti, alluvioni, ecc. c’è sempre chi ci guadagna.
Secondo Confcommercio; i settori che hanno avuto i maggiori incrementi di fatturato sono stati: Alimentare (+9,6%), Tlc (+8,4%), farmaci (+4%), tabacchi (+3,5%), Energia elettrica (+0,5%), cura della persona (+0,1%). Lunghissima è invece la lista di chi ha perso fatturato, penalizzati sono stati i settori: auto, moda, spettacolo, turismo, si va da un minimo del -17,5% dei servizi per la casa e fino al -82,4 delle auto.

Continua a leggere

Ania investe nelle infrastrutture

Tempo di lettura 2 minuti

Ania, l’Associazione Nazionale fra le Imprese Assicuratrici, annuncia l’acquisizione della maggioranza del capitale di Compagnia Ferroviaria Italiana S.p.A., il principale operatore indipendente in Italia nei servizi di trasporto merci ferroviari. L’operazione è la prima realizzata dal nuovo Fondo Ania F2i, quarto fondo gestito da F2i Sgr, e prevede l’acquisto del 92,5% del capitale della società. Il restante 7,5% sarà detenuto da Giacomo Di Patrizi, attuale socio fondatore della Società che manterrà la carica di amministratore delegato.

Continua a leggere

FCA vende online

Tempo di lettura < 1 minuto

I costruttori di auto si adeguano alle nuove limitazioni imposte dalla pandemia di covid-19.  Invece di andare in concessionaria, il gruppo italoamericano  FCA mette in atto un servizio specifico per vendere le auto senza uscire da casa. Si fissa un appuntamento telefonico o si richiede un link di connessione per poter colloquiare con i venditori.

Continua a leggere

BONUS PUBBLICITA’

Tempo di lettura 2 minuti

Il decreto Cura Italia consente un risparmio sugli investimenti per campagne pubblicitarie del 30%. L’agevolazione Statale erogata sotto forma di credito d’imposta da utilizzarsi in compensazione F24, è una delle iniziative che permettono di continuare con le campagne pubblicitarie.
Con le modifiche che erano state apportate a giugno 2019 con il D.L. 28 giugno 2019 n. 59, il bonus pubblicità prevedeva un credito d’imposta pari al 75% della spesa incrementale sostenuta (con un differenziale minimo dell’1% rispetto all’annualità precedente) in campagne pubblicitarie effettuate sulla stampa quotidiana e periodica e sulle emittenti televisive e radiofoniche locali, analogiche o digitali.

Continua a leggere

Sospensione assicurazione RCA

Tempo di lettura 2 minuti

Fino al 31 luglio l’assicurazione RCA in vigore per auto e moto viene sospesa, su richiesta dell’assicurato, per il periodo relativo al blocco della circolazione dovuto al Coronavirus. E’ questo l’emendamento approvato dal Senato nel decreto Cura Italia.
Per usufruire della sospensione il veicolo dovrà essere parcheggiato in luogo non aperto alla pubblica circolazione (cortile condominiale, garage, box privati, ecc.). Ovviamente il veicolo non potrà circolare su area pubblica o su quelle equiparate (parcheggi centri commerciali) ne essere parcheggiato sulla pubblica via.

Continua a leggere

Studio sull’infotainment touchscreen dell’auto

Tempo di lettura 2 minuti

Uno studio recentemente condotto da TRL per conto di IAM RoadSmart, la FIA e il fondo stradale Rees Jeffreys, ha messo in evidenza i limiti e i rischi derivati dall’utilizzo dei sistemi integrati nelle auto. La maggior parte dei conducenti ritiene che i sistemi d’infotainment nella propria auto debbano essere sicuri. Certamente la sincronizzazione automatica con la schermata di infotainment principale del veicolo è meno impegnativa rispetto al tentativo di gestire il telefono in modo diretto (che non si potrebbe fare, ma che purtroppo continua).

Continua a leggere