"Chi non impara non cresce e chi già sa, si aggiorni!"

Ceramica antivirus

Tempo di lettura 3 minuti

Il nostro impegno è quello di dare informazioni ai lettori ed anche se la notizia, che abbiamo letto su alcuni quotidiani nazionali, non è strettamente attinente al settore di cui ci occupiamo prevalentemente, l’Automotive e la riparazione dei veicoli, ci è apparsa subito interessante e degna di essere divulgata in un momento particolarmente difficile per il genere umano. Prima però di essere da noi ripresa, abbiamo voluto approfondire quanto dichiarato dal Gruppo di aziende che l’ha lanciata.
Ebbene! Stiamo parlando di ceramica che attraverso alcune componenti in essa contenute è in grado di “disattivare” (distruggere) batteri e virus, compreso quello della Sars-CoV-2 (responsabile del Covid 19).

Continua a leggere

Meccatronico, professione del futuro

Tempo di lettura 2 minuti

La professione di meccatronico, soprattutto nel campo automotive, è attualmente una delle professioni più richieste sul mercato, poiché è indispensabile per gli autoriparatori nominare un responsabile tecnico con questo titolo di studio per poter iniziare l’attività’ o continuare quella già in essere.  Secondo una recente indagine di Federmeccanica il 48% delle aziende associate afferma di non riuscire a reperire persone con le conoscenze necessarie ad un contesto più tecnologico come quello che si sta profilando, ed è la meccatronica del settore auto a risentire particolarmente di questa esigenza.

Continua a leggere

Furti SUV in aumento

Tempo di lettura 2 minuti

Dall’analisi “Stolen Vehicle Recovery 2020” di LoJack, la società americana parte del colosso CalAmp leader nei servizi telematici e nel recupero di veicoli rubati, dopo il significativo calo vissuto durante i mesi di lockdown nel secondo semestre del 2020, i furti d’auto hanno registrato una nuova impennata (+30% vs primo semestre). Il business criminale, dal mese di giugno in poi, ha gradualmente ripreso a correre, con una decisa accelerata nei mesi estivi.

Continua a leggere

Il metano è una risorsa “green” per l’Italia?

Tempo di lettura 2 minuti

Secondo i dati delle immatricolazioni pare proprio che l’Italia sia leader in europa per la vendita e circolazione dei veicoli alimentati a gas metano. Secondo i dati di ACEA, nel 2020 appena trascorso l’Italia guida la classifica dei Paesi nei quali il metano è più diffuso. 
I benefici dell’utilizzo dei questo carburante sono molteplici. Il metano è il carburante che produce la minore quantità di emissioni di particolato (PM10, PM2,5), meno NOx rispetto agli altri carburanti, oltre a contribuire fortemente all’abbattimento delle emissioni dei gas serra (CO2), soprattutto con l’utilizzo di biometano.

Continua a leggere
Tecnologia che appassiona

Tecnologia che appassiona

Tempo di lettura 2 minuti

Nonostante l’avanzamento tecnologico dei sistemi di locomozione non vi è stato finora l’affrancamento della catena di distribuzione del moto. Una recente notizia ha colpito la nostra attenzione che riguarda l’invenzione di un sistema di trasmissione per bici eliminando la catena e il deragliatore (cambio) con un vantaggio notevole in temini di peso e un’efficienza maggiore del 50%.

Continua a leggere

Incentivi per la pubblicità

Tempo di lettura 2 minuti

La legge di bilancio per il 2021 (legge 30 dicembre 2020 n. 178, articolo 1, commi 608 e 610, pubblicata sulla gazzetta ufficiale n.322 del 30 dicembre 2020) ha prorogato le misure per gli anni 2021 e 2022, con le medesime modalità già applicate per il 2020. La tax credit pubblicità, rifinanziata con 50 milioni di euro per ciascuno degli anni 2021 e 2022, sarà ancora nella misura massima del 50% calcolato sul totale investimenti dell’anno, con gli stessi termini e modalità di presentazione delle domande adottati nel 2020; per il tax credit per i servizi digitali sono stati rifinanziati 10 milioni di euro/anno.

Continua a leggere

Mantieniti in salute con Generali

Tempo di lettura 2 minuti

E’ una vera e propria rivoluzione quella che Generali sta testando in Germania. Si tratta di un app rivoluzionaria che attraverso un sofisticato sistema d’intelligenza artificiale con l’utilizzo della  telecamera dello smartphone è in grado di monitorare alcuni parametri vitali di una persona: saturazione ossigeno nel sangue, frequenza respiratoria, frequenza e variabilità della frequenza cardiaca. 
Attraverso VitalSigns&Care sono sufficienti non più di due minuti di osservazione della fotocamera affinchè il software riesca ad elaborare i quattro parametri con buona attendibilità. Si tratta di una delle pochissime soluzioni al mondo capace di utilizzare questa tecnologia avanzata.

Continua a leggere

Autoriparazione, ritorno alla normalità per metà 2021

Tempo di lettura 3 minuti
Secondo un’indagine condotta dall’Osservatorio Autopromotec presso le autofficine, è emerso che
sono ancora lontane le prospettive di ripresa dalla pandemia per il settore dell’assistenza auto. Infatti, soltanto il 14% delle officine di autoriparazione prevede di ripristinare l’attività di officina ai livelli pre-Covid già entro la fine del 2020. Vi è poi un 20% delle officine che pensa a un ritorno alla normalità nel corso del primo trimestre del 2021 e un 28% che dichiara di attendersi una ripresa nel secondo trimestre del 2021.

Continua a leggere

Anno bisesto, anno funesto

Tempo di lettura 3 minuti

Siamo arrivati quasi alla fine di un anno tribolato non solo per la pandemia ricorrente da Covid-19, ma anche per tutta un serie di vicende che hanno funestato questo anno bisesto che la credenza popolare definisce “anno funesto”. La società civile, la convivenza tra le persone, l’economia, la finanza, il commercio e l’industria in generale ne hanno risentito pesantemente. Ci vorranno anni di grande impegno per la ripresa economica e per ritornare alle soglie di convivenza pre-coronavirus.

Continua a leggere

Il lockdown cambia le abitudini degli italiani

Tempo di lettura 2 minuti

Un sondaggio della Doxa in collaborazione con il Politecnico di Milano e pubblicato dal Sole 24ore ha evidenziato come sono cambiate le abitudini degli italiani durante il periodo del lockdown in termini d’intrattenimento. La costrizione forzata presso le proprie abitazioni ha avuto una netta influenza su quelle che sono stati gli strumenti maggiormente utilizzati come si può vedere dal grafico.

La televisione l’ha fatta da padrona, seguita dalla visione dei video e in terza posizione dalla stampa, a sua volta suddivisa tra cartacea e online.

Continua a leggere