Chi non impara non cresce e chi già sa, si aggiorni!

L’approccio al cliente cambia

Tempo di lettura 3 minuti

Cosa ci ha insegnato la pandemia da Corona virus? Certamente un nuovo modo di socializzare, di stare insieme, di adottare maggiori precauzioni sanitarie di igiene personale, ma soprattutto di rispettare regole di distanza. Non confondiamo tutto ciò con il rispetto per il prossimo, è solo convenienza: oggi sanzionata e poi precauzione. Una cosa certa è che il mondo del lavoro, dei trasporti, dei convegni, delle manifestazioni sportive e sociali in genere devono modificare radicalmente il modo di accogliere le persone. E’ finita l’epoca di fare meeting in sale con centinaia di persone, una seduta accanto all’altra in un ammasso indescrivibile. Ora la stessa sala dovrà contenere la metà delle persone, oppure prevedere ambienti doppi rispetto al passato.
Questo vale anche per chi svolge attività commerciale: negozi, magazzini addetti alla vendita, ambienti pubblici e privati, cioè tutto quello che può provocare assembramento, anche di due persone, andrà cambiato. Quindi! dal parrucchiere si andrà per appuntamento, oppure si dovrà attendere il proprio turno in un ambiente che consenta il distanziamento tra le persone.
Anche il mondo dell’autoriparazione dovrà modificare l’approccio con il cliente, si troverà avvantaggiato chi ha già un ambiente per l’accoglienza ben separato dal resto della carrozzeria o officina. Anche in questi casi valgono le regole di mantenere la distanza di sicurezza. Per chi ha un ambiente sufficientemente ampio può permettersi di far entrare più persone, ma tenuto conto che la maggior parte degli autoriparatori italiani sono di piccole e medie dimensioni con ogni probabilità dovrà accogliere un cliente per volta.
Quello che cambia è anche il modo in cui l’autoriparatore dovrebbe procedere all’accoglienza e alla consegna dei veicoli. Regola (non scritta) vorrebbe che sanificasse il veicolo all’atto della consegna, per preservare la salute propria e dei dipendenti, e poi nel momento della consegna per preservare quella del cliente. Sicuramente se la cosa viene ben evidenziata e pubblicizzata potrebbe essere un elemento di distinzione e fidelizzazione aggiuntiva, certamente gradita dalla clientela.