"Chi non impara non cresce e chi già sa, si aggiorni!"

L’artigiano è e rimane un artista

Tempo di lettura 2 minuti

ASCOLTAMI

Modena – Chiesa di San Carlo “Gli scultori della carrozzeria”

Considerazioni stupende quelle riportate dal Sole 24ore del 5 settembre nella pagina pubblicitaria di Perego 1963, che danno il senso del lavoro artigianale che da sempre ha contraddistinto l’abilità manuale, l’estro, la fantasia e l’inventiva degli italiani e che ora si è persa – in parte – con la globalizzazione e l’industrializzazione dei prodotti. Ma non tutto è perduto, per fortuna molti giovani stanno tornando alle origini. Questo è un processo già avviato in agricoltura, auguriamoci che venga imitato anche da altre attività “artigianali”.

Continua a leggere

Lunga vita ai meccatronici

Tempo di lettura 3 minuti

ASCOLTAMI

La nuova mobilità, soprattutto elettrica, penalizza chi sulle vetture svolge la maggior parte del proprio lavoro: la manutenzione ordinaria.
Tutto è ormai orientato al “green” per la salvaguardia del pianeta e i mezzi di trasporto con le motorizzazioni attuali contribuiscono in modo consistente al deterioramento del clima.
La transizione ecologica e tecnologica dei veicoli è già iniziata e le prospettive future sono ormai tracciate sia a livello politico sia industriale per i prossimi 5 – 10 anni e oltre. E’ evidente che a fronte di questo cambiamento deve far riscontro tutta la filiera che gira attorno al nuovo modo di concepire la mobilità e questo, soprattutto in Italia, registra ancora molte resistenze. Una delle ragioni, se non la principale, è sicuramente dovuta alla tipologia di parco circolante che vede ancora un numero molto elevato di veicoli “tradizionali” e ancora un numero esiguo di quelli elettrici.

Continua a leggere

Meccatronica e manutenzione auto

Tempo di lettura 2 minuti

ASCOLTAMI

La transizione ecologica, ormai ineluttabile, lascia ben poco spazio ad eventuali ripensamenti in ordine al disimpegno delle case automobilistiche circa le motorizzazioni tradizionali endotermiche. Le date prefissate per il contenimento delle emissioni in atmosfera di CO2, sia dalla Commissione Europea che dalle iniziative nazionali, regionali e comunali sulla mobilità, sono state stravolte dalle decisioni di alcuni gruppi automobilistici che hanno addiritttura anticipato le decisione di non produrre più veicoli alimentati a combustibili fossili. Ultimo dei quali è Stellantis che proprio da pochi giorni ha comunicato ufficialmente che dal 2027 verranno vendute solo auto elettriche per alcuni brand del gruppo.

Continua a leggere

L’evoluzione del colore nelle auto

Tempo di lettura 3 minuti

ASCOLTAMI

I colori ad effetto sono il segmento in più rapida crescita del mercato dei pigmenti ad alte prestazioni per autoveicoli di nuova costruzione nelle Americhe e in Europa. La tecnica per ottenere l’effetto voluto non è semplice, per ottenere l’effetto desiderato la maggior parte delle scaglie di pigmento deve essere orientata in modo specifico all’interno del rivestimento. La loro dimensione influisce anche sul modo in cui interagiscono con la luce; quelle più grandi forniscono più brillantezza e iridescenza, ma le dimensioni sono limitate volutamente per evitare impatti sulla lucentezza e altre proprietà estetiche.

Continua a leggere

Aftermaket e formazione

Tempo di lettura 2 minuti

ASCOLTAMI

Le tecnologie automobilistiche sempre più avanzate stanno creando opportunità e richieste diversificate nella manutenzione post-vendita e relativa formazione. Il numero di veicoli elettrici (EV) aumenta, in alcuni paesi sempre più veicoli sono dotati di Continua a leggere

Euro 7 in arrivo, ma nel 2025

Tempo di lettura 2 minuti

A causa delle pressioni ricevute da alcuni governi, preoccupati per il settore auto, che già sta vivendo un momento difficile a causa della pandemia da Coronavirus, la corsa al tutto elettrico viene rallentata dalle decisione dell’Unione Europea che ha incaricato un gruppo di lavoro  per definire le nuove proposte per lo standard Euro 7. Sembra pertanto rimandato, per il momento, l’addio anticipato ai motori endotermici. La tolleranza delle emissioni per gli ossidi di azoto è stata infatti aumentata da 10 a 30 milligrammi per chilometro accorgliendo le richieste dei maggiori stati membri per una rivisitazione più abbordabile delle emissioni.

Continua a leggere

Autoricambi: parliamone!

Tempo di lettura 2 minuti

Tecnologia e pandemia hanno rivoluzionato il nostro modo di vivere, di socializzare e soprattutto il mondo del lavoro. In questo post ci vogliamo focalizzare in particolare su quello dell’automotive e sul settore dell’aftermarket e dei ricambi, che saranno sotto i riflettori nella ripresa e la situazione ritornerà alla normalità.
Il grafico, che abbiamo elaborato su dati ANFIA riferiti al Barometro Aftermarket, evidenzia l’andamento delle vendite nel 2020 rispetto all’anno precedente e come si può vedere  si è avuta una diminuzione  complessiva del -14,4%.

Continua a leggere

Ristori, meno male che ci sono…

Tempo di lettura 2 minuti

Cambia il metodo di calcolo dei ristori, ma il risultato seppur più ampio nella platea dei destinatari, non cambia di molto. Qualcuno le definisce briciole in proporzione a quella che è stata la diminuzione di fatturato da un anno all’altro, ma veniamo al dettaglio. Un artigiano attivo nel settore dell’autoriparazione il cui fatturato è passato dai 177mila euro del 2019 ai 93.600 del 2020, con una perdita di oltre 83mila euro, il 47% del totale. Il ristoro atteso, secondo i parametri previsti per l’erogazione del contributo, è di 3.475 euro.

Continua a leggere

Meccatronico, professione del futuro

Tempo di lettura 2 minuti

La professione di meccatronico, soprattutto nel campo automotive, è attualmente una delle professioni più richieste sul mercato, poiché è indispensabile per gli autoriparatori nominare un responsabile tecnico con questo titolo di studio per poter iniziare l’attività’ o continuare quella già in essere.  Secondo una recente indagine di Federmeccanica il 48% delle aziende associate afferma di non riuscire a reperire persone con le conoscenze necessarie ad un contesto più tecnologico come quello che si sta profilando, ed è la meccatronica del settore auto a risentire particolarmente di questa esigenza.

Continua a leggere

Direttiva Ecodesign

Tempo di lettura 2 minuti

Dal 1° marzo è entrata in vigore la nuova etichetta energetica per gli elettrodomestici in genere: lavatrici, lavastoviglie, frigoriferi e display (monitore e tv) esclusi smartphone e laptop.  Scatta anche l’obbligo per i fabbricanti di progettare e vendere apparecchi più facilmente riparabili e smaltibili. Inoltre la direttiva pone l’obbligo per i produttori di rendere disponibili la maggior parte dei pezzi di ricambio per 7-10 anni, a seconda del prodotto, dopo il ritiro dello stesso dal mercato.

Continua a leggere