"Chi non impara non cresce e chi già sa, si aggiorni!"

La fine del motore endotermico?

Tempo di lettura 4 minuti
ASCOLTAMI

Chi lo dice che la tranzizione ecologica è la fine delle motorizzazioni endotermiche, sicuramente molti gruppi di costruttori che hanno investito ingenti quantità di risorse economiche sui veicoli elettrici. Rimangono scettici invece altri costruttori e soprattutto chi fornisce componenti per l’auto, che vedono ancora vita nelle motorizzazioni endotermiche evolute per tecnologia e carburanti alternativi. Noi, da queste pagine, abbiamo sempre sostenuto che chi produce compenenti per l’automotive, e l’Italia è uno dei principali produttori, non può abbandonare questo tipo di produzione e commercio, ma che però, contemporaneamente, dovrebbe creare un doppio binario per i veicoli elettrici, che bene o male entreranno sempre più in circolazione, man mano che passono gli anni e ci si avvicina alle date fissate per la fine della transizione.

Continua a leggere

Incidente e testimoni

Tempo di lettura 2 minuti
ASCOLTAMI

In caso d’incidente stradale quando vi sono contestazioni i testimoni che possano aiutare a giudicare le responsabilità con le loro dichiarazioni, sono essenziali. Purtroppo si assiste da molto tempo al fenomeno dei “testimoni di professione” che, depositano le loro dichiarazioni, ovviamente a favore di chi li ha pagati, anche a distanza di molto tempo. Il dibattito anche giurisprudenziale dura da molti anni, soprattutto in certe località italiane dove questa cattiva abitudine è diventata ormai sistema.

Continua a leggere

Sinistro, noleggio auto dovuto

Tempo di lettura 2 minuti

ASCOLTAMI
Il carrozziere nel tempo si è adeguato alle richieste dei clienti, per fornire loro servizi al di fuori della riparazione dell’auto, in particolare per la gestione del risarcimento nei confronti delle compagnie di assicurazione. Il servizio reso si è sempre più affinato e specializzato con personale dedicato e professionalmente aggiornato, ma come tutte le cose di questo mondo, le modifiche normative e interpretazioni sono molteplici e non è facile stare al passo con la giurisprudenza, spesso altalenante, in caso di risarcimento per sinistro stradale.

Continua a leggere

Bonus Auto

Tempo di lettura 3 minuti
ASCOLTAMI

Dalle ore 10.00 del 2 novembre 2022 si aprono sulla piattaforma Ecobonus le prenotazioni per i nuovi incentivi destinati all’acquisto di auto non inquinanti fino a 60 g/km di CO2. Le novità introdotte riguardano innanzitutto i cittadini con ISEE inferiore a 30 mila euro, che per l’acquisto di veicoli di categoria M1, elettriche e ibride plug-in, potranno beneficiare per l’anno 2022 di un incremento del 50% dei contributi finora previsti sulla base delle risorse già stanziate.
In particolare, gli incentivi saranno così rimodulati:

Continua a leggere

Semafori a tempo… residuo

Tempo di lettura 2 minuti

ASCOLTAMI

Se ne parla da anni dei semafori col contatore di tempo.  Il regolamento europeo 305/2011, che individua le caratteristiche, i requisiti, le modalità e i termini per l’installazione dei dispositivi countdown nei semafori stradali, necessitava di un decreto che definisse le caratteristiche per l’omologazione e l’installazione. Con comunicazione del 6 settembre 2022, il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Giovannini, ha firmato il Decreto che definisce le caratteristiche, i requisiti, le modalità e i termini per l’installazione dei dispositivi a tempo nei semafori stradali, per visualizzare il tempo residuo di accensione.

Continua a leggere

Transizione ecologica per i veicoli industriali

Tempo di lettura 2 minuti

ASCOLTAMI

La maggiore sensibilità verso un mondo più ecologico, attento alle emissioni e in particolare a quelle dei veicoli, non poteva escludere dal contesto i veicoli industriali. Infatti, il 30 novembre l’apposita Commissione europea dovrebbe fare la sua proposta per la riduzione delle emissioni di CO2 per i track e bus. Se passerà la proposta e gli obiettivi già effettuati per il settore delle auto, dal 2030 si passerà a riduzioni delle emissioni al 100%, con ripercussioni notevoli sulla flotta dei mezzi pesanti sopra le 3,5 tonnellate.

Continua a leggere

IVASS – Riforma del sistema bonus/malus

Tempo di lettura 3 minuti

ASCOLTAMI

Il sistema premiante o penalizzante (bonus/malus) adottato dalle compagnie assicurative nel calcolo delle tariffe per la RC Auto, ha mostrato da tempo i suoi limiti. Da più parti si è chiesta la revisione del meccanismo non più attendibile con le nuove esigenze della mobilità e del mercato. La stessa Ania, nel corso dell’audizione in commissione Attività produttive della Camera sul disegno di legge Concorrenza, da parte del co-direttore generale Umberto Guidoni, ha auspicato, fra le altre cose, sulla necessità di riformare il bonus-malus Rc Auto, divenuto ormai poco rilevante come criterio selettivo e premiante della clientela, perché oltre l’80% di tutti gli assicurati si trova nella prima classe di merito. L’associazione chiede di introdurre nuovi elementi di valutazione «con l’obiettivo di stimolare ulteriormente la concorrenza fra le compagnie a favore degli assicurati, rivitalizzando il bonus-malus, in modo che torni ad essere un sistema tariffario concretamente in grado di premiare comportamenti di guida più accorti e di scoraggiare le condotte pericolose».

Continua a leggere

ANIASA non ci stà!

Tempo di lettura 3 minuti
ASCOLTAMI

ANIASA (l’Associazione che rappresenta in Confindustria il settore dei servizi di mobilità) ha presentato un esposto all’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato in relazione agli incentivi recentemente varati dal Governo per l’acquisto dei veicoli meno inquinanti. Al centro dell’esposto gli effetti “discriminatori” generati dalla normativa (DPCM del 6 aprile scorso) che esclude dalla platea dei beneficiari le aziende e, in particolare, il noleggio veicoli. Il Decreto prevede che gli incentivi siano disponibili solo per le forme di acquisto e leasing finanziario.

Continua a leggere

Fit for 55: obiettivo zero emissioni nel 2035

Tempo di lettura 2 minuti

ASCOLTAMI

Il Parlamento europeo sostiene la revisione dei livelli di emissioni di CO2 per le autovetture nuove e i veicoli commerciali leggeri nuovi, parte del pacchetto “Pronti per il 55% nel 2030”.
Mercoledì, in una votazione in Plenaria, i deputati hanno adottato il loro mandato per negoziare con i governi UE i livelli di riduzione delle emissioni di CO2 delle autovetture nuove e dei veicoli commerciali leggeri nuovi. Il testo legislativo è stato approvato con 339 voti favorevoli, 249 contrari e 24 astensioni.

Continua a leggere

Semafori, conto alla rovescia

Tempo di lettura < 1 minuto
ASCOLTAMI

Dodici anni sono tanti o sono pochi, dipende dai punti di vista: per la burocrazia italiana forse sono giusti, per il cittadino sono molti. La norma è del 2010, ma mancavano i decreti attuativi, che ora sono stati approvati e  inviati alla Commissione Europea. Sta di fatto che ci sono voluti 12 anni per portare il provvedimento al parlamento.
In Italia il decreto che consentiva alle amministrazioni la facoltà di installare dispositivi countdown in via sperimentale risale al 27 aprile 2017.

Continua a leggere