"Chi non impara non cresce e chi già sa, si aggiorni!"

Code in autostrada: Generali e Telepass ti rimborsano

Tempo di lettura < 1 minuto

In attesa che la limitazione del traffico finisca, nascono nuove iniziative per il dopo pandemia. Generali Assicurazioni e Telepass hanno stipulato una polizza “anti code”. Il servizio di rimborso del pedaggio autostradale, in caso gravi rallentamenti nella tratta autostradale percorsa dovuti a incidenti, daranno diritto al rimborso del 50% del valore di pedaggio autostradale a tutti i clienti Telepass abilitati al nuovo servizio e che hanno acquistato il pacchetto assistenza stradale (sono 200 mila che negli anni hanno sottoscritto l’offerta Assistenza Stradale europea), con riaccredito automatico sul conto Telepass.

Continua a leggere

Verti apertura sinistro digitale

Tempo di lettura 3 minuti

Tempo fa mettevamo in evidenza in un post quanto erano indietro le assicurazioni nella gestione dei sinistri rispetto, per esempio, al progresso che ha avuto il settore bancario nei servizi alla clientela. Ci si aspettava che con le nuove tecnologie anche le assicurazioni, soprattutto dopo che il risarcimento diretto ha permesso la gestione dei sinistri da RCA direttamente nei confronti degli assicurati, che le cose avessero preso un ritmo più veloce e sopratutto più incisivo, così invece non c’è stato, o almeno non nella parte gestionale del sinistro e del risarcimento del danno.

Continua a leggere

Veicoli senza assicurazione RCA

Tempo di lettura 2 minuti

Sono ancora 2,6 milioni i veicoli in circolazione senza la copertura RCA, pari al 5,5% del totale. L’Ania tramite il suo presidente Bianca Maria Farina torna a chiedere il decreto del Mit per consentire l’utilizzo di tutti gli strumenti telematici (telepass, autovelox, tutor) nella lotta all’evasione dell’Rc Auto. “Aspettiamo da tempo questo decreto ma non si riesce e ottenerlo per motivi che non conosciamo bene, a noi sembra semplice e di grande efficacia”. Ha detto La Farina ricordando che “l’imponente fenomeno” dei veicoli senza assicurazione che nel 2019 era a quota 2,6 milioni il 5,9% circa del totale ma con punte del 9,4% al Sud, “ha costi per la collettività con un mancato incasso di premi per 1 mld di euro, un mancato gettito per le finanze pubbliche tra imposte e contributi pari a circa 280-300 mln di euro.

Continua a leggere

Meno incidenti, meno premi di polizza

Tempo di lettura 2 minuti

L’equazione meno incidenti, causa limitazioni alla circolazione dovuti al cCvid-19, corrisponda a un calo dei premi di polizza, non sempre coincide. Se è vero che i sinistri denunciati tra febbraio e giugno 2020, il numero dei sinistri si è ridotto di oltre la metà rispetto allo stesso periodo del 2019, (dichiarazione Ania). Sempre secondo Ania, si fa notare che, secondo le prime stime, al calo degli incidenti si contrappone un aumento del 15-17% dei costi di risarcimento.

Continua a leggere

Generali e FCA sempre più connessi

Tempo di lettura 2 minuti

L’accordo di partnership tra Generali e Fca Italy S.p.A., società interamente controllata da Stellantis N.V., si rafforza e si amplia anche per i veicoli elettrici attraverso soluzioni assicurative di Genertel e servizi digitali IoT di Continua a leggere

Mantieniti in salute con Generali

Tempo di lettura 2 minuti

E’ una vera e propria rivoluzione quella che Generali sta testando in Germania. Si tratta di un app rivoluzionaria che attraverso un sofisticato sistema d’intelligenza artificiale con l’utilizzo della  telecamera dello smartphone è in grado di monitorare alcuni parametri vitali di una persona: saturazione ossigeno nel sangue, frequenza respiratoria, frequenza e variabilità della frequenza cardiaca. 
Attraverso VitalSigns&Care sono sufficienti non più di due minuti di osservazione della fotocamera affinchè il software riesca ad elaborare i quattro parametri con buona attendibilità. Si tratta di una delle pochissime soluzioni al mondo capace di utilizzare questa tecnologia avanzata.

Continua a leggere

Allianz, Generali e Unipol sotto inchiesta

Tempo di lettura 2 minuti

L’Autorità garante della concorrenza e del mercato ha messo sotto inchiesta i tre maggiori gruppi assicurativi per aver ostacolato i consumatori nell’accesso agli atti dei fascicoli con comportamenti dilatori e ostruzionistici.
Questa è la sintesi del comunicato stampa emanato dall’Autorità per presunte pratiche commerciali scorrette nella fase di liquidazione dei danni da sinistri Rc auto.

Continua a leggere

Frodi assicurative: ammortizzatore sociale

Tempo di lettura 2 minuti

Le frodi assicurative sono un fenomeno presente e consolidato in molte parti d’Italia. in alcune regioni rappresentano una sorta di ammortizzatore sociale per far pagare al mercato assicurativo, sopratutto in periodi di crisi, parte delle spese sostenute per i premi di polizza o per mero sostentamento economico. Le compagnie assicurative stanno combattendo una battaglia infinita che le ha viste spesso vincenti, ma nonostante ciò il fenomeno è ancora vasto e incontenibile. La spesa maggiore riguarda non tanto le riparazioni alle auto, ma quella relativa alle lesioni, o pseudo tali, che vengono reclamate, spesso aggravate se non addirittura inesistenti.

Continua a leggere

L’IVASS fornisce i numeri

Tempo di lettura 3 minuti

Intervenendo all’assemblea Ania del 2020 il Presidente dell’IVASS Daniele Franco ha fornito alcune prime stime sulla riduzione della frequenza dei sinistri tra il 1° febbraio e il 15 maggio: “essa era nell’ordine del 50 per Continua a leggere

ANIA, assemblea 2020

Tempo di lettura 3 minuti

Nella relazione annuale dell’assemblea ANIA, la Presidente Maria Bianca Farina ha evidenziato la situazione che il Paese sta vivendo nell’affrontare la pandemia da Covid-19 e le conseguenze che questa ha avuto e avrà in futuro nella vita sociale, finanziaria e i riflessi sul settore assicurativo. La sintesi è quella di chi vede in questa sciagura la possibilità di cambiamento e il rilancio su basi diverse dell’economia, dei rapporti finanziari, sociali e anche di quelli assicurativi collegati a nuove forme di previdenza assicurativa.

Continua a leggere