semaforo contasecondiSemafori che visualizzano il tempo in secondi a scalare per il cambio di colore, è una realtà a partire dal 19 dicembre dell’anno appena trascorso. Non più ansia da verde, ma cosciente attesa.
Una delle cose che maggiormente infastidiscono gli automobilisti, in particolare per chi viaggia per lavoro e ha tempi ristretti, sono le attese semaforiche e l’attenzione che ciascuno deve porre per ripartire non appena si accende la luce verde.
Orbene! Dal 19 dicembre scorso, con il decreto 27 aprile 2017 ( G.U. n.140 del 19-6-2017) il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha emanato norme inerenti le caratteristiche per l’omologazione e per l’installazione di dispositivi finalizzati a visualizzare il tempo residuo di accensione delle luci dei nuovi impianti semaforici, denominati “countdown”.
Il decreto pone l’obbligo a tutti i proprietari di strade a uso pubblico in occasione di nuove installazioni semaforiche o di sostituzione di quelle esistenti, di dotarli di dispositivi finalizzati a visualizzare il tempo residuo di accensione delle luci. Facoltativamente i comuni possono far installare i contatori a tempo, anche a impianti già esistenti.
Quindi, non più ansia da semaforo, caso mai questa rimane per chi, vedendo i pochi secondi rimanenti per lo scattare del rosso si accinge comunque ad attraversare l’incrocio.