"Chi non impara non cresce e chi già sa, si aggiorni!"

La RC auto si allarga

Tempo di lettura 2 minuti

ASCOLTAMI

La recente sentenza della Cassazione n. 21983 del 30/07/2021, ha fatto chiarezza sulla validità della copertura RCA anche in aree private, in linea con quelle che sono le indicazioni delle norme europee (vedi precedente post). La norma prevede che la copertura assicurativa sia valida a prescindere dall’uso che se ne fa del veicolo e dove questo avviene, è sufficiente che sia omologato e immatricolato, cioè abilitato alla “circolazione”.

Continua a leggere

RCAuto, obbligo ad assicurare anche in area privata, ma non solo…

Tempo di lettura 3 minuti

L’obbligo ad assicurare la propria auto per la responsabilità civile (RCA) derivante dalla circolazione dei veicoli è stato introdotto con la Legge n. 990 del 1969. Molta confusione aveva creato all’inizio, ma anche oggi, quanto previsto dalla citata legge sull’assicurazione obbligatoria per la RCAuto relativamente alla parola “circolazione”, abbinata all’obbligo di assicurare un veicolo. Vediamo di fare un po’ di chiarezza.
Alla quinta sezione della Corte UE è stato richiesto recentemente di esprimersi sul quesito relativo all’interpretazione dell’articolo n. 3 della direttiva 2009/103 in relazione a un veicolo immatricolato che si trovavasi su un terreno privato e destinato alla demolizione, per il quale era stata elevata sanzione per mancata copertura assicurativa.

Continua a leggere

Verti apertura sinistro digitale

Tempo di lettura 3 minuti

Tempo fa mettevamo in evidenza in un post quanto erano indietro le assicurazioni nella gestione dei sinistri rispetto, per esempio, al progresso che ha avuto il settore bancario nei servizi alla clientela. Ci si aspettava che con le nuove tecnologie anche le assicurazioni, soprattutto dopo che il risarcimento diretto ha permesso la gestione dei sinistri da RCA direttamente nei confronti degli assicurati, che le cose avessero preso un ritmo più veloce e sopratutto più incisivo, così invece non c’è stato, o almeno non nella parte gestionale del sinistro e del risarcimento del danno.

Continua a leggere

Veicoli senza assicurazione RCA

Tempo di lettura 2 minuti

Sono ancora 2,6 milioni i veicoli in circolazione senza la copertura RCA, pari al 5,5% del totale. L’Ania tramite il suo presidente Bianca Maria Farina torna a chiedere il decreto del Mit per consentire l’utilizzo di tutti gli strumenti telematici (telepass, autovelox, tutor) nella lotta all’evasione dell’Rc Auto. “Aspettiamo da tempo questo decreto ma non si riesce e ottenerlo per motivi che non conosciamo bene, a noi sembra semplice e di grande efficacia”. Ha detto La Farina ricordando che “l’imponente fenomeno” dei veicoli senza assicurazione che nel 2019 era a quota 2,6 milioni il 5,9% circa del totale ma con punte del 9,4% al Sud, “ha costi per la collettività con un mancato incasso di premi per 1 mld di euro, un mancato gettito per le finanze pubbliche tra imposte e contributi pari a circa 280-300 mln di euro.

Continua a leggere

Meno incidenti, meno premi di polizza

Tempo di lettura 2 minuti

L’equazione meno incidenti, causa limitazioni alla circolazione dovuti al cCvid-19, corrisponda a un calo dei premi di polizza, non sempre coincide. Se è vero che i sinistri denunciati tra febbraio e giugno 2020, il numero dei sinistri si è ridotto di oltre la metà rispetto allo stesso periodo del 2019, (dichiarazione Ania). Sempre secondo Ania, si fa notare che, secondo le prime stime, al calo degli incidenti si contrappone un aumento del 15-17% dei costi di risarcimento.

Continua a leggere

L’IVASS fornisce i numeri

Tempo di lettura 3 minuti

Intervenendo all’assemblea Ania del 2020 il Presidente dell’IVASS Daniele Franco ha fornito alcune prime stime sulla riduzione della frequenza dei sinistri tra il 1° febbraio e il 15 maggio: “essa era nell’ordine del 50 per Continua a leggere

ANIA, assemblea 2020

Tempo di lettura 3 minuti

Nella relazione annuale dell’assemblea ANIA, la Presidente Maria Bianca Farina ha evidenziato la situazione che il Paese sta vivendo nell’affrontare la pandemia da Covid-19 e le conseguenze che questa ha avuto e avrà in futuro nella vita sociale, finanziaria e i riflessi sul settore assicurativo. La sintesi è quella di chi vede in questa sciagura la possibilità di cambiamento e il rilancio su basi diverse dell’economia, dei rapporti finanziari, sociali e anche di quelli assicurativi collegati a nuove forme di previdenza assicurativa.

Continua a leggere

Furti delle batterie al litio per auto

Tempo di lettura 2 minuti

Iniziato negli Stati Uniti il furto del pacco batterie dei veicoli ibridi, si è allargato a livello mondiale e ora, con l’incremento delle vendite, si sta verificando anche in Italia.  Occorre affermare che anche i malfattori seguono la tecnologia; se negli anni del boom erano ambite le autoradio e le ruote di scorta, ora seguono l’evoluzione tecnologica della vetture con il furto delle apparecchiature intertainment e i pacchi batterie al litio, entrambi alquanto costosi da sostituire e che vanno ad alimentare il mercato nero dei ricambi auto di elevato valore.

Continua a leggere

Carta verde, si cambia.

Tempo di lettura 2 minuti

Dal 1° luglio 2020, secondo la circolare dell’UCI (Ufficio Centrale Italiano) la carta verde cambia, sicuramente nel colore che diventa in bianco e nero. Altra variazione riguarda il retro del documento che non riporterà più l’elenco dei paesi aderenti, ma solo il sito a cui collegarsi (www.cobx.org).
Dopo esattamente 70 anni di operatività si tratta di un cambiamento epocale dettato dalla necessità di allinearsi alle moderne tecnologie e prepararsi ad ulteriori sviluppi che potrebbero portare alla dematerializzazione completa del documento.

Continua a leggere

Ania investe nelle infrastrutture

Tempo di lettura 2 minuti

Ania, l’Associazione Nazionale fra le Imprese Assicuratrici, annuncia l’acquisizione della maggioranza del capitale di Compagnia Ferroviaria Italiana S.p.A., il principale operatore indipendente in Italia nei servizi di trasporto merci ferroviari. L’operazione è la prima realizzata dal nuovo Fondo Ania F2i, quarto fondo gestito da F2i Sgr, e prevede l’acquisto del 92,5% del capitale della società. Il restante 7,5% sarà detenuto da Giacomo Di Patrizi, attuale socio fondatore della Società che manterrà la carica di amministratore delegato.

Continua a leggere