"Chi non impara non cresce e chi già sa, si aggiorni!"

Miracolo a Milano

Tempo di lettura 2 minuti

Spuntano dal nulla le piste ciclabili nelle principali via cittadine. La mobilità viene stravolta a favore di quella green, riducendo le corsie per le auto. Ora è toccato a viale Monza, lo spazio della carreggiata, tenuto conto delle corsie di percorrenza delle auto, della pista ciclabile e del parcheggio, è a netto sfavore delle auto. Come si può vedere dalle fotografie le auto sono costrette a viaggiare a una sola corsia divise solo dalla segnaletica marcata sull’asfalto riservata alla pista ciclabile e l’altra ai parcheggia a pagamento.(righe bleu).
E’ facile prevedere che nei momenti di maggior traffico le auto possano invadere la pista ciclabile tenuto conto dei numerosi incroci semaforizzati che rischiano di provocare lunghissime code.

Continua a leggere

Automotive: “arrivano i soldi”

Tempo di lettura 2 minuti

Ascoltando le dichiarazioni sul decreto agosto da parte dei vari rappresentanti di governo, mi viene in mente una frase che veniva ripetutamente declamata su un’isola greca da chi sulla spiaggia vedeva arrivare gli aerei pieni di turisti in fase di atterraggio a pochi metri da terra sulla limitrofa pista dell’aeroporto: “Arrivano i soldi”. Nel nostro caso la frase vale a sottolineare la distribuzione di decine di miliardi previste dal decreto agosto tra i quali una sostanziosa fetta è destinata all’automotive (salvo intese tecniche!).

Continua a leggere

BEI con Be Charge per la ricarica di veicoli elettrici

Tempo di lettura 2 minuti

La Banca Europea per gli Investimenti (BEI) finanzia con ben 25 milioni di euro Be Charge la controllata del gruppo Be Power SpA per la realizzazione del piano di espansione delle infrastrutture di ricarica per la mobilità elettrica in tutta Italia. Il progetto, della durata di dieci anni, viene supportato dalla Commissione Europea tramite la “Connecting Europe Facility”(CEF).

Continua a leggere

2° Automotive Campus, come cambia la mobilità

Tempo di lettura < 1 minuto

Il 2° Automotive Campus, organizzato da Duessegi Editore e dalle riviste: ioCarrozziere, Il Giornale del Meccanico e il Giornale dell’Aftermarket, lo scorso 10 ottobre, oltre a decretare il successo della manifestazione con circa 650 presenze e oltre 40 relatori ed esperti altamente qualificati, ha prodotto interessante materiale sui vari argomenti trattati. Vediamo quello di Marco Granelli, Assessore di Mobilità e Ambiente del comune di Milano.

Continua a leggere

Leasys ti permette di cambiare l’auto quando e dove vuoi

Tempo di lettura 3 minuti

Mobilità. Oggi questo è un tema centrale: tutti ne parlano, tutti ricercano soluzioni sempre più sostenibili, flessibili e innovative. Stiamo andiamo verso un’economia circolare, nella quale le esperienze contano più degli oggetti che le accompagnano. La Subscription Economy ha contagiato anche il settore della mobilità, causando un cambiamento epocale: si sta affermando un nuovo modo di muoversi, che riduce il numero di veicoli di proprietà e mette il cliente al centro, per esempio grazie al noleggio e al car sharing, che promuovono uno stile di vita più sostenibile per tutti.

Continua a leggere

ARVAL Italia va a scuola…

Tempo di lettura 2 minuti

La Mobilità si fa in 4, è un’iniziativa dedicata agli alunni delle scuole elementari di tutta Italia, nata per promuovere una mobilità incentrata su 4 pilastri: sicurezza, sostenibilità, tecnologia e condivisione. Si chiama “La Mobilità si fa in 4” ed è già arrivata, in quasi 2 anni di vita, in 1.200 scuole di tutta Italia, coinvolgendo oltre 50.000 alunni delle primarie. A promuoverla è Arval Italia, leader nel noleggio a lungo termine e nei servizi di mobilità e parte del Gruppo bancario BNP Paribas.

Continua a leggere

Regione Lombardia, deroghe chilometriche alla circolazione per veicoli ‘datati’

Tempo di lettura 3 minuti

Si chiama MoVe-In (monitoraggio dei veicoli inquinanti) il progetto sperimentale voluto dalla Regione Lombardia, per consentire ai cittadini che fanno un uso limitato dei veicoli più inquinanti (meno di 9.000 km/anno) di ottenere una deroga alle limitazioni previste nell’Accordo di Bacino Padano (lunedì-venerdì dalle 7.30 alle 19.30) in ragione dell’impatto emissivo relativamente contenuto.

Continua a leggere